Welink Accountants Welink Accountants
proroga-superbonus-110

Proroga del Superbonus 110%: ecco cosa cambia

Welink Accountants

Welink Accountants

Il governo Draghi, come il precedente governo Conte, sta mettendo mano alla legge di Bilancio.

 

L’obiettivo principale è, ancora una volta, mettere in atto una serie di interventi volti a far riprendere l’economia.

Diversi sono stati gli interventi, più o meno importanti, messi in atto per aiutare imprese e cittadini. Bonus come il cashback di stato, che con un rimborso pari al 10% della spesa, per un massimo di 150€, incentiva l’utilizzo delle carte in modo da combattere il nero.

 

Altri bonus, volti sempre ala ripresa economica e che fungono anche da sostegno economico per i cittadini, sono il bonus tablet e pc, il bonus bancomat, e il famoso e tanto discusso reddito di cittadinanza.

Una delle misure più apprezzate per far riprendere l’economia, entrata in crisi a causa della pandemia da Covid-19, è il Superbonus 110%.

 

Il settore dell’edilizia è uno dei più trainanti e una sua ripresa avrebbe un impatto positivo su tutta l’economia. Oltre a ciò, il Superbonus è stato molto utile per il recupero edilizio e ha dato a moltissime persone la possibilità di rendere le proprie abitazioni più sicure ed energeticamente efficienti.

Con la nuova legge di bilancio le cose sono però un po’ cambiate. Dapprima si pensava all’eliminazione del bonus per le case unifamiliari che però è stata scongiurata grazie ad una proroga per tutto il 2022. Vi sono però dei limiti per poter accedere. Vediamo di cosa si tratta.

 

Proroga superbonus: le novità in arrivo con la Legge di Bilancio 2022

La legge di bilancio contiene quindi anche la proroga del Superbonus 110% e tutte le novità che ne seguono.

 

Ricordiamo che sono presenti già delle scadenze diversificate a seconda del tipo di immobile: per le case unifamiliari il termine ultimo è il 30 giugno 2021, data entro la quale devono essere eseguiti almeno il 60% dei lavori; per i condomini la scadenza è per il 31 dicembre 2023.

 

Con la nuova legge di bilancio, per i condomini la scadenza rimane a fine 2023, mentre a partire dal 2024 la quota rimborsabile scenderà al 70%, fino ad arrivare al 2025 quando la quota rimborsabile sarà del 65%.

Argomento molto discusso, sia in politica, sia da molti cittadini, è stato il Superbonus per le case unifamiliari. Anche in questo caso si è avuta una proroga di ulteriori sei mesi, fissando il termine ultimo per aderire il 31 dicembre 2022. Vi è però un’importante novità, ovvero, che per poter richiedere il Superbonus, da luglio fino al 31 dicembre 2022 non si dovrà avere un’ISEE superiore a 25.000€.

 

Stando a quanto previsto dalla bozza del testo, sembra rimanere garantito l’accesso senza vincoli in merito all’ISEE per chi effettuerà lavori dal 1° gennaio al 30 giugno 2022

La proroga: ecco tutte le date

Il Superbonus è già stato soggetto a delle proroghe. Il primo anno, infatti, sono stati in tanti a chiedere la proroga e questo perché le difficoltà nella fase iniziale erano davvero tante, ed in pochi erano riusciti ad approfittarne o a completare i lavori.

Vediamo qui di seguito le date di scadenza del Superbonus.

Come già detto, ad avere più spazio di manovra sono i condomini. Questi, infatti, come già accennato possono usufruire delle detrazioni fino al 2025 ma con le dovute precisazioni:

  •         110% fino a 31 dicembre 2023;
  •         70% fino al 31 dicembre 2024;
  •         65% fino al 31 dicembre 2025;

Per coloro che hanno un’ISEE fino a 25.000€ proprietari di unità unifamiliari che risultino prima il superbonus spetterà fino al 31 dicembre 2022.

Per L’istituto Autonomo Case Popolari il Superbonus è confermato fino a 31 dicembre 2023, a patto che entro il 30 giugno sia effettuato almeno il 60 per cento dell’intervento.

 

Gli altri bonus

Insieme al Superbonus 110% vengono prorogati fino a 2024 il bonus ristrutturazione, l’ecobonus, il bonus mobili, il sisma bonus e bonus verde. Per il bonus mobili, sebbene sia stato prorogato, è stata abbassata la spesa che da 10.000 scende a 5.000.

Anche il bonus facciate viene prorogato ma anche in questo caso si riducono le detrazioni che dal 90 scendono al 60%.

 

La novità: il Bonus affitto per i giovani

Una novità della legge di bilancio 2022 è il Bonus affitto che va a sostenere i giovani che, non potendo o volendo acquistare casa, devono pagare un affitto. Il bonus può essere richiesto dai giovani con un’età compresa tra i 20 a 31 anni, e consiste in una detrazione per un valore massimo di 2.400 €. I requisiti per poter richiedere il bonus affitto sono:

  •         avere un’età compresa tra i 20 e i 31;
  •         stipulano un contratto di locazione ai sensi della legge 9 dicembre 1998, n. 431,
  •         non avere un reddito superiore ai 15.493,71€. Nel complesso la detrazione è pari al 20%.

Sei un Commercialista?

Fai conoscere il tuo Studio su Welink Accountants