Welink Accountants Welink Accountants
indicatori-contabilita

Indicatori nella contabilità

Welink Accountants

Welink Accountants

In qualità di commercialista, il vostro ruolo è quello di garantire che l'attività del vostro cliente funzioni senza intoppi. A tal fine, è necessario raccogliere dati chiave e scegliere indicatori rilevanti per valutare lo stato finanziario dell'azienda in questione. Questo è noto come KPI (key performance indicator).

 

Questi indicatori contabili a vostra disposizione vi permettono di verificare se gli obiettivi sono stati raggiunti o se l'azienda si trova in difficoltà. 

 

Ma cos'è un KPI in contabilità? Come si fa a sapere quale usare? E soprattutto come monitorarli. Spieghiamo. 

 

Che cos'è un indicatore?

Un'azienda deve essere gestita da un manager. Quest'ultimo può affidarsi ai suoi collaboratori, ma può anche scegliere di farsi aiutare da un professionista della finanza come un commercialista.

 

Per il contabile, un indicatore contabile è uno strumento di guida. Gli permette di avere un'idea precisa dello stato della struttura e di mettere in campo una strategia adatta ad essa, per sviluppare l'attività. Esistono molti indicatori, che assumono la forma di cifre, rapporti, indici o grafici. 

 

A seconda del settore di attività e delle priorità dell'azienda, gli indicatori scelti possono variare.

 

Come si scelgono gli indicatori da monitorare?

Come già detto, esistono molti indicatori. Non tutti sono buoni da prendere. Il vostro ruolo di contabili è quello di selezionare gli indicatori pertinenti.

 

Un indicatore di performance deve soddisfare i seguenti criteri: 

  • deve essere specifico, chiaro e facile da capire 
  • deve essere utilizzato per misurare il raggiungimento di un obiettivo
  • non deve essere troppo ambizioso
  • deve essere limitato nel tempo

 

Indicatori nella contabilità

In ogni dipartimento di un'azienda, ci sono indicatori che corrispondono agli obiettivi della divisione in questione. Gli indicatori della contabilità sono specifici e riguardano l'attività dell'azienda in modo più globale.

 

Il risultato netto 

Il risultato netto è il denaro guadagnato dall'azienda. È composto dal risultato operativo, dal risultato finanziario e dal risultato straordinario, da cui devono essere dedotte le imposte.

 

Quando il risultato netto è positivo, l'azienda realizza un profitto. Può distribuire dividendi agli azionisti o accantonare riserve. 

 

Se invece il risultato è negativo, l'azienda è in deficit e perde valore.

 

Punto di pareggio

Il punto di pareggio è la soglia di fatturato in cui i ricavi coprono tutte le spese. Da questo momento in poi, l'azienda può essere considerata in attivo. 

 

Si calcola come segue: Punto di pareggio = costi fissi / margine sui costi variabili

 

Risultato lordo di gestione

L'avanzo operativo lordo, o RIG, corrisponde all'utile operativo lordo. Viene utilizzato per stimare la redditività dell'azienda.

 

Le liquidità

Le attività liquide di un'azienda sono tutti i soldi immediatamente disponibili. Si riferisce in generale al denaro disponibile: contanti, banche e attività finanziarie. 

 

La liquidità consente di valutare la capacità di onorare i debiti a breve termine.

  

Flusso di cassa 

Il flusso di cassa è il flusso di liquidità di un'azienda. Se è positivo, l'azienda dispone di liquidità. Se è negativo, l'azienda si trova in difficoltà ed è necessario trovare rapidamente del denaro.

 

Fabbisogno di capitale circolante (WCR)

Il WCR è la quantità di denaro di cui un'azienda ha bisogno per coprire i buchi nel flusso di cassa tra le uscite e le entrate.

 

È essenziale calcolare il WCR. Se avete lunghi periodi di pagamento con i vostri clienti, il vostro WCR aumenterà, perché non avrete liquidità in entrata direttamente. Per migliorare il WCR è importante incassare i crediti il più rapidamente possibile e valutare la rotazione delle scorte.

 

Ecco la formula per il calcolo del WCR:

WCR = attività correnti - passività correnti

 

Le attività correnti sono la somma dei crediti commerciali e delle scorte. Le passività correnti sono i debiti dell'azienda.



DSO 

Il DSO (Days Sales Outstanding) è il numero di giorni di vendite fatturate non ancora incassate. 

 

È un indicatore del fabbisogno di capitale circolante dell'azienda.

 

Patrimonio netto

Il capitale proprio viene utilizzato per stabilire il valore dell'azienda. 

 

Indici di solvibilità

Esistono diversi indici per determinare la solvibilità di un'azienda:

  • l'indice di autonomia finanziaria, che permette di valutare l'indebitamento 
  • l'indice di indipendenza finanziaria, che consente di analizzare il bilancio finanziario
  • l'indice di liquidità generale, che permette di valutare la capacità dell'azienda di pagare i propri debiti nel breve termine 
  • l'indice di capacità di rimborso, che misura il peso dei rimborsi annuali del debito sulle risorse interne dell'azienda

 

Monitoraggio degli indicatori tramite un cruscotto

Il ruolo del commercialista è quello di avere una visione reale dell'azienda e delle sue prestazioni. Per farlo, deve prendere in considerazione diversi indicatori contabili e confrontarli tra loro.

 

Un cruscotto può aiutare in questo esercizio. Esistono software di contabilità che permettono di creare un cruscotto, come Everwin GX, Isacompta o Ganacos, ma un semplice foglio Excel potrebbe già essere utile per vedere le cose più chiaramente.

 

Perché scegliere una dashboard?

Il cruscotto fornisce una rappresentazione visiva più accurata dello stato dell'azienda in un periodo specifico. Consente inoltre di coordinare le attività utilizzando i dati grezzi. 

 

Sarete in grado di analizzare l'evoluzione dell'attività, di confrontare gli indicatori, di identificare gli ostacoli e di prendere decisioni appropriate. 

 

Tuttavia, è meglio concentrarsi su pochi indicatori rilevanti piuttosto che annegare nelle informazioni e perdersi.

 

Come si costruisce una dashboard?

Prima di tutto, è necessario definire chiaramente le esigenze e gli obiettivi dell'azienda. Una volta fatto questo, si può decidere quale sia il cruscotto più appropriato. 

 

Il vostro dashboard deve permettervi di valutare chiaramente i dati a vostra disposizione e i diversi obiettivi.

 

Conclusione

Lo studio contabile di un'azienda è una componente essenziale del suo corretto funzionamento. Permette di avere una visione d'insieme della sua salute finanziaria. 

 

Grazie al cruscotto e agli indicatori contabili selezionati, sarete in grado di presentare al vostro cliente idee per una strategia adeguata a migliorare la redditività dell'azienda.

Sei un Commercialista?

Fai conoscere il tuo Studio su Welink Accountants